Crisi abitativa senza fine in Germania: il costo degli affitti continuerà a crescere anche nel 2024

Anche il 2024 per chi deve stipulare un nuovo contratto di affitto sarà un anno difficile visto che secondo gli esperti e gli istituti di ricerca dopo gli aumenti record del 2023 gli affitti continueranno a crescere ad un ritmo sostenuto anche il prossimo anno. Ne scrive il Tagesschau

Gli esperti del settore immobiliare prevedono un continuo aumento degli affitti anche nel 2024. Nei primi nove mesi di quest’anno, gli affitti nelle otto principali città tedesche sono cresciuti dell’8,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Considerando la crescente carenza di alloggi e i livelli elevati di immigrazione, gli esperti anticipano un significativo incremento degli affitti in Germania anche per il 2024. Tuttavia, è probabile che i prezzi degli immobili scendano ulteriormente, con una pressione particolarmente accentuata sugli immobili caratterizzati da una scarsa efficienza energetica, anche a causa dell’incertezza legata alla legislazione sul riscaldamento.

“Per il 2024, prevediamo un persistente livello elevato di incertezza politica e vediamo limitato spazio per incentivi nel settore delle nuove costruzioni residenziali”, afferma Roman Heidrich, esperto in valutazioni di proprietà residenziali presso il principale intermediario immobiliare Jones Lang LaSalle (JLL). L’eccessiva domanda, soprattutto per gli appartamenti in affitto, è destinata ad aumentare ulteriormente.

I dati più recenti di JLL per l’agenzia di stampa dpa mostrano che nel terzo trimestre gli affitti nelle otto principali città tedesche sono saliti dell’8,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dopo un aumento del 3,8% nel secondo trimestre. Anche in altre città importanti, come Mannheim (5,7%), Bonn (4,8%), Essen (5,2%) e Wuppertal (5,7%), gli affitti hanno registrato notevoli incrementi rispetto all’anno precedente.

Gli aumenti sono stati maggiori rispetto alle altre aree urbane e alle zone rurali, dove gli affitti sono cresciuti di un buon quattro per cento su base annua e meno del due per cento rispetto al trimestre precedente.

“Riteniamo che gli affitti continueranno a crescere nel medio e lungo termine, poiché la domanda continuerà a superare in modo significativo la diminuzione dell’offerta di nuovi appartamenti nella maggior parte delle regioni tedesche nei prossimi anni”, afferma Heidrich.

A causa dell’aumento dei tassi d’interesse e degli elevati costi di costruzione, molte persone stanno passando ad appartamenti in affitto – il calo dei prezzi d’acquisto non compensa le rate del mutuo più costose.

La Germania è già l’unico Paese dell’UE con più affittuari che proprietari – più della metà delle persone è in affitto – e l’immigrazione record del 2022 ha ulteriormente aumentato la domanda di alloggi. Secondo l’Ufficio federale di statistica, l’affitto è la voce di spesa più importante per molte famiglie.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *