Stipendio Apprendisti 2024: tutte le Informazioni su Retribuzione e Indennità di Formazione per gli apprendisti in Germania

Alcune cose da tenere a mente riguardo agli stipendi degli apprendisti. Innanzitutto, in realtà non si tratta di uno stipendio vero e proprio, ma di un’indennità di formazione. In questa breve guida, esploriamo i dettagli delle retribuzioni degli apprendisti nel 2024, focalizzandoci sui fatti principali e sugli aspetti importanti da considerare. Da Ausbildung.de

Finita la scuola, inizia la formazione e arria il primo vero stipendio. Non si vede l’ora. Ma ci sono alcune cose da tenere a mente quando si parla di stipendio degli apprendisti in Germania. A cominciare dal fatto che in realtà non si riceve uno stipendio, ma un’indennità di formazione.

Retribuzione degli Apprendisti: I Fatti più Importanti in Breve

  • Gli apprendisti non ricevono uno stipendio, ma un’indennità di formazione.
  • Dal 2020 è prevista un’indennità di formazione minima che aumenta annualmente.
  • I contratti collettivi influenzano l’indennità di formazione.
  • Lo stipendio lordo è superiore allo stipendio netto.

Cosa Significa Indennità di Formazione?

L’indennità di formazione è il “salario” che un apprendista riceve durante la sua formazione. Per questo motivo viene spesso chiamata colloquialmente “stipendio del tirocinante”. Ufficialmente, tuttavia, gli apprendisti non ricevono uno stipendio, ma un’indennità. In linea di principio, però, è la stessa cosa: Alla fine del mese viene versato sul proprio conto un importo fisso.

La differenza tra salario e stipendio risiede nel modo in cui vengono calcolate le retribuzioni. Mentre lo stipendio è un importo fisso sempre uguale, indipendentemente dalle ore lavorate (solitamente mensile), il salario è calcolato in base alle ore effettivamente lavorate, quindi è variabile (solitamente orario). Se si lavora di più, si guadagna di più; se si lavora meno, si guadagna meno.

Per un apprendista, questo concetto non è ancora rilevante. Alla fine del mese, si riceve uno stipendio fisso, sempre uguale.

Per quanto riguarda la retribuzione dell’apprendistato nel 2024, è impossibile fornire una cifra precisa in quanto dipende dall’apprendistato specifico. Alcuni apprendistati pagano molto bene, mentre altri un po’ meno. Anche all’interno dello stesso programma di formazione, possono esserci differenze di retribuzione dovute all’azienda formatrice.

I fattori che influenzano la retribuzione dell’apprendistato includono la dimensione dell’azienda, la sua ubicazione e il contratto collettivo di lavoro. Le grandi aziende tendono a pagare indennità di formazione più alte rispetto alle piccole imprese familiari, e le città pagano generalmente meglio delle zone rurali.

Ci sono vari fattori che influenzano la retribuzione dell’apprendistato:

  • Dimensione dell’azienda
  • Ubicazione dell’azienda
  • Contratto collettivo di lavoro

Le grandi aziende tendono a offrire salari di formazione più alti rispetto alle piccole imprese familiari. Inoltre, le città di solito pagano meglio delle zone rurali.

Il salario di formazione è lordo o netto?

Lo stipendio di formazione è sempre indicato come importo lordo. Se il contratto di formazione prevede uno stipendio di 1.000 euro al mese, questo è l’importo lordo. Vengono poi detratti i contributi sociali, pari a poco meno del 20%. Alla fine, il vostro conto riceverà circa 800 euro netti.

Esempio di calcolo: Stipendio lordo vs. stipendio netto durante la formazione (al 2024)

LordoNetto
650 euro 520 euro
800 euro640 euro
950 euro760 euro
1.100 euro880 euro
1.500 euro1.165 euro


È bene sapere che le imposte sono dovute solo se l’indennità di formazione lorda mensile supera i 1.335 euro. Lo si può notare anche nell’ultimo esempio di calcolo della tabella: la differenza tra lordo e netto è più alta rispetto agli altri stipendi, poiché l’imposta sul reddito è dovuta anche su un assegno di formazione mensile di 1.500 euro.

Esiste un salario minimo per i tirocinanti?

Da gennaio 2020 esiste un salario minimo anche per i tirocinanti e un’indennità minima di formazione.

Qual è il salario minimo per gli apprendisti nel 2024?

Nel primo anno di formazione, il salario minimo per gli apprendisti è di 649 euro lordi al mese. Nel secondo anno di formazione, lo stipendio sale a 766 euro al mese e nel terzo anno a 876 euro. Nel quarto anno di formazione, il salario minimo è di 909 euro.

Importante: le cifre sono lorde. Anche se non vengono detratte le imposte, i contributi previdenziali sono

Chi mi sostiene se l’indennità di formazione non è sufficiente?

Se l’assegno di formazione non è sufficiente e avete bisogno di un sostegno finanziario, date un’occhiata a questi link:

Contratto Collettivo: Cosa Devi Sapere Come Apprendista!

Probabilmente avrete sentito o letto più volte la parola “contratto collettivo”, ad esempio in questa guida. Ma che cos’è in realtà e come influisce sulla retribuzione della tua formazione?

Che cos’è un Contratto Collettivo?

Un contratto collettivo viene stipulato tra un’associazione di datori di lavoro e un’associazione di lavoratori e comprende, tra l’altro, i seguenti elementi:

  • Salario, stipendio e indennità di formazione
  • Orario di lavoro
  • Pagamenti speciali (ad esempio, ferie e gratifiche natalizie)
  • Pagamento di bonus e supplementi (ad esempio lavoro nei fine settimana, straordinari)
  • Giorni di ferie

Contratto di Lavoro e Contratto Collettivo

I contratti di lavoro e i contratti collettivi non sono la stessa cosa! Un contratto di lavoro viene stipulato tra un’azienda e un singolo dipendente. Un contratto collettivo di lavoro non è negoziato da singoli, ma da associazioni. Queste rappresentano gli interessi dell’azienda (associazione dei datori di lavoro) o dei dipendenti (sindacato).

Tra l’altro, un contratto collettivo viene sempre stipulato per un periodo di tempo determinato, al termine del quale gli accordi vengono rinegoziati.

Quali sono i contratti collettivi?

In Germania esistono diversi tipi di contratti collettivi.

  1. Contratto collettivo di settore: noto anche come contratto collettivo regionale o contratto collettivo di associazione, si applica a tutte le aziende di un determinato settore (ad esempio, contratto collettivo per l’industria chimica, contratto collettivo per l’industria metallurgica).
  2. Settore pubblico: esistono diversi contratti collettivi per i dipendenti del settore pubblico. Il più noto è il TVöD, il contratto collettivo per il servizio pubblico. Esiste un altro contratto collettivo per il servizio pubblico degli Stati federali: il TV-L.
  3. Contratto collettivo aziendale: le grandi aziende o i gruppi in particolare hanno spesso contratti collettivi propri. Si tratta dei cosiddetti contratti collettivi interni o aziendali.

Interessante: In Germania esistono quasi 80.000 contratti collettivi diversi.

A chi si applicano i contratti collettivi?

Un contratto collettivo si applica a entrambe le parti contraenti:

  • ai dipendenti iscritti al sindacato
  • Aziende che sono membri dell’associazione dei datori di lavoro.

Esempio: Se la vostra azienda è vincolata da un contratto collettivo dell’IG Metall, anche voi dovete essere iscritti all’IG Metall per poter beneficiare del contratto collettivo. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, anche i dipendenti non iscritti al sindacato ricevono i termini e le condizioni del contratto collettivo. Ciò significa che i dipendenti non iscritti non si sentono trattati ingiustamente (accordo di parità).

Quali sono i vantaggi di un contratto collettivo?

Un contratto collettivo garantisce condizioni di lavoro chiare e sicurezza di pianificazione. Ciò va a vantaggio sia dei dipendenti che dell’azienda.

In linea di massima, con un contratto collettivo si può beneficiare dei seguenti vantaggi.

Stipendio più alto: a parità di mansione, i dipendenti di un’azienda con contratto collettivo guadagnano generalmente di più rispetto a quelli di un’azienda che non ha un contratto collettivo.

Più ferie: per legge, tutti hanno diritto a 25 giorni di ferie. I contratti collettivi di solito prevedono 30 o più giorni di ferie.

Buona protezione: gli orari di lavoro, i pagamenti speciali e altre questioni sono regolamentati con precisione nel contratto collettivo – e per un lungo periodo di tempo.
Principio di favore: un contratto collettivo è giuridicamente superiore a un contratto di lavoro – si applicano le condizioni in esso stabilite. Tuttavia, se il contratto di lavoro contiene condizioni migliori, queste sono valide. Questo principio è noto come principio di favore.

Come si legge un contratto collettivo?

In un contratto collettivo, troverete una piccola tabella che stabilisce le indennità di formazione. Le cose si complicano quando si parla di stipendi dopo l’apprendistato. In questo caso dovrete cercare la cosiddetta tabella degli stipendi. Questa tabella elenca i gruppi retributivi nella colonna di sinistra e i livelli di esperienza nella colonna superiore.

La classificazione:

Più alto è il gruppo retributivo, più alto è lo stipendio. L’inquadramento dipende dalle qualifiche e dall’intensità dei compiti.

Esempio di classificazione del servizio pubblico (TVöD):

Da E1 a E4: lavoratori semiqualificati e non qualificati.
da E5 a E8: almeno tre anni di formazione
Da E9 a E12: università di scienze applicate o laurea di primo livello
Da E13 a E15: laurea accademica o master.
I livelli di esperienza:

Esistono anche livelli di esperienza all’interno delle classi di stipendio. Questi determinano quando si ha diritto a un aumento di stipendio e a quale livello. Nel TVöD, ad esempio, si viene promossi al livello 2 dopo un anno, al livello 3 dopo altri due anni e al livello 4 dopo altri tre anni.

Importante: si noti che esistono molti contratti collettivi diversi, che possono differire nella loro struttura.

Nonostante gli oltre 80.000 contratti collettivi in vigore, ci sono molti apprendisti e dipendenti che non sono retribuiti in base ai contratti collettivi. In questo caso, la retribuzione è determinata dal datore di lavoro. Tuttavia, è sempre una buona idea confrontare quanto guadagnano gli altri tirocinanti in base al contratto collettivo, in modo da avere un’aspettativa salariale ragionevole.

Per legge, dovreste ricevere almeno l’80% della retribuzione media corrisposta agli apprendisti che svolgono la stessa professione e sono retribuiti in base a un contratto collettivo. Ciò è stabilito dalla legge sulla formazione professionale (BBiG). Se l’indennità di formazione è di 1.000 euro al mese secondo il contratto collettivo, dovete ricevere almeno 800 euro anche se non siete vincolati dal contratto collettivo.

apprendistato in germania

Pagamenti speciali per i tirocinanti: Ho diritto alle ferie e alla gratifica natalizia come apprendista?

Tutti sono contenti delle ferie e della gratifica natalizia. Ma anche gli apprendisti ricevono questi pagamenti speciali? In poche parole: dipende! Non esiste una normativa di legge in merito.

La possibilità di ricevere la gratifica natalizia e/o le ferie come apprendista dipende dall’azienda di formazione. I pagamenti speciali sono di solito prestazioni volontarie fornite dal datore di lavoro. Dipende dal contratto collettivo. In alcuni settori industriali esistono contratti in cui le ferie e le gratifiche natalizie sono regolate da accordi collettivi. È il caso, ad esempio, dell’industria metallurgica ed elettrica.

Che cos’è l’indennità di ferie e quando viene erogata?

La retribuzione delle ferie è un pagamento speciale destinato a integrare il fondo ferie dei dipendenti.La maggior parte delle aziende paga le ferie in estate, di solito a giugno o luglio.

Cos’è la gratifica natalizia e quando viene pagata?

Anche la gratifica natalizia è un’ulteriore spesa finanziaria che serve come riconoscimento per il lavoro svolto.Di solito viene versata con lo stipendio di novembre.Si ha quindi tutto il mese di dicembre per acquistare i regali di Natale. In alternativa, potete ovviamente risparmiare il denaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *